Pictionary arriva su Android GRATIS

Dite la verità, chi non è cresciuto con il celebre Pictionary? A partire da oggi il famoso gioco da tavola arriva su Android GRATUITAMENTE ma senza supporto Play Games, il che significa che non potete nè sbloccare gli obiettivi nè confrontarvi con altri giocatori nelle classifiche.

Pictionary GRATIS sul Play Store

Pictionary è un famoso gioco da tavola dove i giocatori devono indovinare la parola o l’argomento disegnato dal proprio compagno, attraverso un set di strumenti che consentono di creare disegni come matite, gomme, pastelli e cosi via dicendo. La trasposizione videoludica offre due modalità, disegno veloce 2 VS 2 o a turni per sfidare gli amici. Migliaia sono le parole presenti nel gioco suddivise in varie categorie come animale, oggetto, persona, luogo e cosi via dicendo e tanti gli scrigni da collezionare.

Nonostante sia stato reso disponibile GRATUITAMENTE, presenta annunci pubblicitari e acquisti in app opzionali, inoltre richiede l’accesso per contatti, posizione, fotocamera, microfono, connessione Wifi ed altro ancora. Al primo avvio vi verrà richiesto di effettuare l’accesso con l’account Facebook o Google, dopo di che dovrete completare un breve tutorial che vi spiega in sintesi le regole del gioco.

Una volta selezionata la modalità e l’avversario, bisogna pescare una carta e disegnare quello che viene riportato sulla stessa, infine inviare il disegno all’amico e attendere la risposta. Aprendo i forzieri è possibile sbloccare nuove carte e ottenere denaro virtuale da spendere per potenziare le carte e nuovi strumenti. Il gioco include una chat per comunicare con i propri avversari. Se siete interessati a provarlo potete trovarlo sul Play Store tramite il badge che segue:

Pictionary™
Pictionary™
Developer: Etermax
Price: Free+
Autore Shinobi SEO WEB
Shinobi SEO WEB

Appassionato di Videogiochi, Tecnologia e Intrattenimento. Ritiene che il sapere appartenga a tutti e debba essere condiviso liberamente.  Seguimi su Facebook, Twitter, Ludomedia, InstagramTwitch, Youtube e Mixer  

Nessun commento

Lascia un commento