Land’s End: Puzzle game in VR

Oggi vogliamo portarvi nel meraviglioso mondo di Land’s End, un puzzle game ideato dai creatori di Monument Valley in esclusiva Gear VR, testato durante la giornata di ieri utilizzando l‘S7 Edge. 

Land's End

Land’s End: Una mente creativa

In Land’s End ci troviamo in uno scenario realizzato in cell shading popolato da nuvoloni bianchi, montagne verdi e un mare calmo o almeno per la prima parte del gioco. Lo scopo è di risolvere i numerosi puzzle presenti utilizzando la propria testa, quindi senza appoggiarsi ai controller. Un punta e click per cosi dire dove fissando un punto ci si sposta o si trascina e solleva gli oggetti come avessimo la telecinesi.

Un’esperienza di gioco che vi lascerà incollati al VR girandovi su se stessi all’interno della vostra stanza per qualche ora abbandonante, grazie alla presenza di 5 differenti stage ed enigmi cosi banali quanto scontati ma divertenti da risolvere, seppure con la medesima struttura, fissare i punti per tracciare delle linee al fine di sbloccare il passaggio alla zona successiva o abilitare appositi meccanismi che ci consentono di volare.

Land's End gameplay

Al di là della realtà

Alla fine di ogni stage vi sono degli strani esseri pronti ad aprire un vaco con i loro poteri per l’accesso al livello successivo per un totale di 5, i quali spaziano in ambientazione da un’isola tropicale ad uno deserto. Nessuno scare jump (per fortuna) anche perchè non si tratta di un horror o thriller ma di un tranquillissimo puzzle game dove la colonna sonora la fa da padrone per l’intera durata, proponendo delle melodie rilassanti e coinvolgenti, le quali si sposano alla perfezione con le ambientazioni create dagli sviluppatori.

Dopo aver completato un breve tutorial ci si ritrova in una grotta pronti a spostarsi fissando dei punto bianchi, il tutto gestito dalla propria testa quindi senza ricorrere nemmeno al controller del Gear VR. Se siete alla ricerca di un puzzle game in realtà virtuale allora Land’s End fa sicuramente al caso vostro. Ora non aspettatevi un comparto grafico impeccabile, difatti montagne ed altri elementi sono spigolosi e con pochi poligoni, probabilmente si tratta di una scelta del team ma il resto è uno spettacolo per gli occhi.

Dopo una prova intensa siamo stati costretti a togliere il VR per far riposare gli occhi, accorgendoci di quanto sia immersivo e coinvolgente, in grado di isolarci dall’ambiente dimenticandoci di trovarci in una camera. Se avete un Gear VR con S7 Edge o dispositivi compatibili, vi consigliamo di provarlo!

Autore Shinobi SEO WEB
Shinobi SEO WEB

Appassionato di Videogiochi, Tecnologia e Intrattenimento. Ritiene che il sapere appartenga a tutti e debba essere condiviso liberamente.  Seguimi su Facebook, Twitter, Ludomedia, InstagramTwitch, Youtube e Mixer  

Nessun commento

Lascia un commento