Bloomberg: nuovo servizio “Music Streaming” made in Google

Buongiorno a tutti cari fans della tecnologia mobile senza compromessi. Nel nostro primo focus della mattinata sono lieto di dedicare le nostre prime attenzioni a quello che sembra essere un nuovo servizio ultra strabiliante made in Google, pronto, come un po’ tutti gli altri, a deliziare l’esperienza mobile di tutti gli amanti del robottino verde con una straordinaria marcia in più.

Come già anticipatovi dal titolo, sono lieto di presentarvi quello che, con grosse probabilità, sembra essere il prossimo servizio Google pronto a spodestare il dominio di diverse alternative nel campo dello Streaming musicale (vedesi Spotify e Pandora). Avete capito bene, Google sembra essere intendo di dedicare la propria esperienza, fama e professionalità a quello che diventerà, in poche ore, il miglior servizio di Music Streaming della storia, fondendo in un univo progetto sia l’infinito database di YouTube che la professionalità e la qualità del nuovo servizio Play Music, il tutto sotto il nome di Bloomberg!

playmusic

Il tutto sembrava essere solo una grossa idea campata in aria ma, a quanto pare, due fonti anonime ma con molta conoscenza a riguardo si sono lasciate scappare molte informazioni importanti riguardanti proprio la nuova idea made in Google, la quale, secondo le info riportate, potrebbe essere rilasciata in maniera del tutto ufficiale già a partire dal terzo trimestre del 2013 (Q3 2013), verso la fine di Luglio.

A quanto pare, le trattative tra le maggiori etichette musicali ed il leader mondiale dell’informatica, nonché conosciuto come il colosso di Mountain View Google, sono in corso. Che ve ne pare di questa nuova strabiliante idea? Bloomberg stuzzicherà a dovere la vostra voglia di mobile e la vostra innata passione per la musica? Non ci resta che attendere notizie ufficiali, incrociando le dita per bene e sperando che tale progetto non nasca come un’esclusiva per il mercato statunitense. Stay tuned!

Post precedente

Cat B15, Caterpillar lancia uno smartphone super resistente

Next Post

Firefox Beta: disponibile nuovo update alla release 20

Articoli correlati