AndroidPlanet - Android rumors, notizie e curiosità
SmartPhone Android

Kindle Fire HD: tutto, ma proprio tutto, quello che c’è da sapere

L’Amazon Kindle Fire HD arriva in Italia proprio in questi giorni e si propone come il successore del prodotto più venduto sul sito ufficiale dell’azienda, Amazon.com. Ricordiamo che il predecessore ha ottenuto più di diecimila recensioni e, buona parte di queste, con ottimi risultati; si è inoltre riuscito ad accaparrare una quota di mercato che ha spaventato pure l’azienda di Cupertino. Senza dubbio, quindi, il vecchio Kindle Fire è il tablet Android più venduto di sempre, imponendosi sul mercato con una presenza talmente ampia che ha influenzato le scelte progettuali e commerciali dell’intero settore.

Ora il suo successore si propone migliorato sotto tutti  punti di vista, pur mantenendo lo stesso prezzo di lancio del precedessore. Insomma, sembra avere proprio tutte le carte in regola per riproporre il successo o, addirittura superarlo, del modello precedente. Scopriamolo insieme, nel dettaglio, sotto tutti i punti di vista

Design e qualità costruttiva

L’Amazon Kindle Fire si presenta come un tablet dal design sobrio e di discreta qualità costruttiva. Il telaio è interamente in plastica dura e plastica gommata, ma ciononostante riesce a dare una bella sensazione di solidità. E’ stabile e ben bilanciato, anche quando si tiene con una sola mano, e non emette alcuno scricchiolio quando si cerca di contorcerlo. I materiali utilizzati danno, inoltre, l’idea di non essere vulnerabile ai graffi.

Le dimensioni del Kindle Fire HD sono di 193 x 137 x 10.3 millimetri, per un peso totale di 395 grammi, di poco superiore alla media dei concorrenti da 7 pollici. Lo spessore, invece, è buono per la categoria dei 7 pollici, risultando il più sottile tra i suoi rivali. Riesce, addirittura, a sembrare ancora più sottile per via delle smussature che dagli angoli convergono verso la parte centrale posteriore.

La cornice del tablet è in plastica opaca e dura e fa da collante tra il rivestimento gommato usato per tutta la parte posteriore – ottima scelta per facilitare la presa che risulta antiscivolo – e il vetro Gorilla Glass del display. Vetro che, a sua volta, è installato all’interno della cornice tramite una gomma adesiva leggermente sporgente, non proprio bellissima da toccare perché in rilievo rispetto al piano.

Alla resa dei conti, il Kindle Fire HD, presenta solo la parte lucida posteriore, che può essere considerata una rifinitura, che termina con le griglie per gli altoparlanti. Per il resto, come ho esordito all’inizio, non ha altre chiccherie da mostrare, piuttosto un design molto sobrio, che non lo rende attraente, ma in compenso offre una qualità costruttiva ed una solidità di tutto rispetto.

Hardware e performance.

Il Kindle Fire HD è dotato di processore Dual Core OMAP 4460 a 1.2 Ghz, 1 GB di RAM DDR2 e 16 GB di spazio interno dedicato allo storage. Seppur il processore sia solo un Dual Core, su un tablet quel che realmente conta è l’ottimizzazione software, tant’è che nell’uso di tutti i giorni non si noteranno particolari rallentamenti così come si riusciranno a vedere la maggior parte dei filmati Full HD senza problemi.

L’esperienza utente e, quindi, la fluidità dell’interfaccia grafica e i tempi di risposta ai comandi dati, è senza dubbio buona, seppur capitano dei rallentamenti. Sul Kindle Fire HD questo succede, ad esempio, nel passaggio da un sito all’altro quando si hanno più schede aperte o quando si torna alla schermata di default uscendo da un’applicazione particolarmente pesante. A volte questi rallentamenti si presentano anche durante il costante accesso alla rete Wifi richiesto dal tablet, che rende poco scattante una determinata schermata. Si tratta certamente di episodi trascurabili, ma sono proprio questi i limiti della piattaforma hardware.

La navigazione web sul browser stock previsto nel Kindle Fire HD ha l’importante vantaggio di sfruttare il servizio Silk, offerto in esclusiva su questo tablet a tutti gli utenti Amazon. Si tratta di una tecnologia che permette di velocizzare il caricamento delle pagine web processandole, prima di caricarle sul display del tablet, sui server Amazon. L’utente non si accorge di nulla di questo processo, piuttosto della ricezione quasi immediata del sito richiesto.

Il browser stock prevede una feature di zoom favolosa, ovvero una comoda funzionalità di lettura che pulisce la pagina da tutto il resto, mostrando un modalità a schermo intero che sfrutta tutto lo spazio a disposizione – dunque niente barre nere – e un’interfaccia personalizzata per il facile accesso ai siti consigliati, preferiti e visti di recente. Di default non supporta il plugin Flash Player, ma basta installare un browser alternativo  e un applicazione con il Flash Player per avere anche questa funzionalità.  Fatto ciò, si riesce a vedere, ad esempio, la diretta streaming di SkyTg24 in modo accettabile.

La riproduzione di filmati in HD, ovvero a 1080p, è assicurata. Servono, però, applicazioni esterne per vedere file MOV e MKV, infatti il player installato di default riproduce gli MP4 a 1080p, ma non gli altri formati. Qualche problema di riproduzione con il formato MKV codificato con bitrate particolarmente alto, ma niente intoppi con filmati MKV meno complessi.

C’è da dire, tra le altre qualità, che il Kindle Fire HD è dotato di uno dei migliori display usati su tablet, quindi è un bene cercare di ottimizzare la riproduzione video. E’ assicurata la visione dei film e dei videoclip acquistati o noleggiati attraverso il servizio Amazon, con uno streaming ottimo grazie alla doppia antenna WiFi e alla tecnologia, brevettata dall’azienda stessa, denominata MIMO (acronimo di Multi-In, Multi-Out). Secondo quando dichiarato da Amazon, proprio grazie alla tecnologia MIMO, il tablet in questione ha una connessione Wifi del 50% più veloce di un Nexus 7 e del 40% più veloce dell’ultimo modello di iPad. Il Kindle Fire HD è anche uno dei primi tablet a supportare il Wifi su banda a 5 Ghz.

Queste caratteristiche non rendono più veloce la navigazione in un sito Web, piuttosto assicurano un corretto streaming dei contenuti in HD, oltre che una maggiore stabilità e una maggiore qualità nella connessione di rete in genere, fino ad un utilizzo più efficiente dell’invio dei dati con vantaggi sui consumi e sull’autonomia. Dato che stiamo parlando di un tablet, ovvero di un prodotto che senza Internet perde buona parte della sua utilità, direi che queste peculiarità di cui è dotato il Kindle Fire HD, sono m0lto importanti, considerando anche che sono integrate  su un dispositivo economico.

Display e sistema Audio Dolby.

Il display del Kindle Fire HD è la caratteristica da cui il tablet prende il nome. E, infatti, si tratta di uno schermo da 7 pollici ad alta risoluzione – pari a 1280×800 pixel – dotato di pannello con tecnologia IPS (acronimo di In-Plane Switching), quindi privo di sgradevoli effetti anche se visto di lato, un’ottima riproduzione dei colori  ed un contrasto tra i migliori visti nel settore. Il produttore dello schermo è LG. Il Kindle Fire HD nasce con l’intento di essere uno strumento multimediale, quindi è più che opportuno che venga proposto con uno schermo di qualità sopra la media.

Il tablet, a differenza dei concorrenti, offre anche un’ottima regolazione della luminosità, che quando è portata al minimo abbassa davvero il bagliore, con una scala che lo rende veramente adattabile a tutti i contesti.  Ridurre la luminosità del tutto comporta una perdita degli angoli di visuale, ma può far comodo, in alcuni casi. anche per risparmiare energia se dovesse servire.  Questa importante possibilità di regolazione non è un dettaglio da poco, ed è un altro segno dell’attenzione che Amazon ha voluto dedicare al display del dispositivo.

Inoltre, altra peculiarità, il Kindle Fire HD è il primo tablet in commercio ad usare dei filtri polarizzatori tra il vetro Gorilla Glass e il pannello touchscreen capacitivo. La maggior parte degli schermi dei tablet sono composti da due parti di vetro, un LCD per la parte inferiore e un sensore touchscreen per la parte superiore, separati da un’intercapedine. Quest’ultima causa il passaggio della luce attraverso il sensore touchscreen, che va quindi a riflettersi sull’LCD, generando un riverbero fastidioso per l’utente. Con i filtri polarizzatori il Kindle Fire HD risolve questo problema tramite la laminazione del sensore touchscreen e dell’LCD, per formare un singolo strato di vetro e creare uno schermo su cui leggere in maniera chiara anche alla luce diretta dei raggi solari.

A conti fatti l’utilizzo del filtro polarizzatore rende il display meno riflettente al sole, eliminando il riverbero creato dai riflessi. L’effetto è piuttosto chiaro mettendo il tablet sotto una luce diretta. Infatti, in questo caso, la luce viene riflessa sul display, ma è nitida e non offuscata come in assenza del filtro. Lo stesso succede in pieno sole, i riflessi continuano ad esserci, ma sono privi del tipico effetto sfocato che è la causa principale dei disturbi visivi. Anche questo è certamente un bel passo in avanti rispetto ai display degli altri tablet, ancora un punto a favore del 7 pollici dell’azienda di Jeff Bezos.

Ma non è finita qui e, infatti, anche la sezione audio del Kindle Fire HD è degna di nota, con l’impianto audio Dolby Digital Plus di cui è dotato. Il tablet integra due altoparlanti stereo di tipo dual drive, con due trasduttori ciascuno e con la sintetizzazione Dolby per creare un effetto abbastanza convincente. Senza entrare troppo in discorsi tecnici, credo basti sapere che il volume del Kindle Fire HD è il più alto di quello di qualunque altro tablet, addirittura troppo alto se regolato al massimo.

Ovviamente, non è solo una questione di volume, perché si hanno anche bassi che aumentano d’intensità a seconda della regolazione, una distorsione veramente minima per un audio che permette – senza esagerare – di essere ascoltato all’interno di un’intera stanza mentre si guarda un film sul piccolo display da 7 pollici o, semplicemente, per ascoltare i propri brani preferiti. Il suono risulta avvolgente, quindi non si crea neppure il problema della posizione posteriore e della possibilità di coprire gli altoparlanti con le mani. Come detto sopra a riguardo del display, il Kindle Fire HD nasce come dispositivo multimediale, quindi non c’è da sorprendersi se anche la sezione audio risulta di qualità decisamente superiore alla media della concorrenza, nonché più che adeguata allo scopo proposto.

Software, applicazione e servizi Amazon.

Innanzitutto c’è da fare una premessa, ovvero l’Amazon Kindle Fire HD è un tablet unico nella parte software, perché usa Kindle OS. E’ basato su Android ed compatibile con le applicazioni Google, ma è del tutto differente da utilizzare e, quindi, anche nell’interfaccia che ci propone differisce dai concorrenti Androidiani. Tutte le idee implementate nel software di questo tablet hanno come scopo la semplicità di gestione e l’intuitività.

Non c’è un launcher con le icone e non c’è neanche un file manager per entrare tra le cartelle del sistema, inoltre non si può impostare un’immagine di sfondo o aggiungere widget alle schermate. Tutto ruota attorno ai tasti HOME e BACK, posizionati su una barra laterale a scomparsa; abbiamo poi una barra di notifica superiore con ora, stato del WiFi e batteria; una dock a carosello dove vengono inserite in tempo reale le ultime applicazione utilizzate, i siti visitati, i file MP3 ascoltati, i libri letti e via dicendo. Questa è la semplice interfaccia con la quale si propone il Kindle Fire HD.

Semplicità a parte, è presente anche un minimo di personalizzazione interna, accessibile dal menù impostazioni che raccoglie i dati importanti sull’uso del tablet e sulla gestione dei contenuti. Dal menù impostazioni, infatti, è possibile accedere ad una serie di sotto menù che permettono di regolare tutti gli aspetti a cui si potrebbe solitamente pensare e che non fanno sentire la mancanza dell’interfaccia Android. Di default c’è anche il parental control, facilmente attivabile.

Il target di utenza verso il quale il Kindle Fire HD è indirizzato non sono certo gli smanettoni, ma tutti quegli utenti che cercano un tablet facile e intuitivo da utilizzare per usufruire dei contenuti. Presenti, per questo, anche le schede shop, games, apps, books, music, videos, newsstand, audiobook, photos e offers, che riguardano esclusivamente i servizi offerti da Amazon.

Il tutto, nell’insieme, risulta ottimo, perfettamente integrato anche nell’ambito business e, comunque, utile anche con contenuti caricati personalmente, magari collegando il dispositivo al pc via USB. Il pacchetto di applicazioni preinstallato è ristretto, ma può essere arricchito scaricando e installando altre applicazioni dal Market Amazon o da altri store, come quello di Google. Pienamente compatibile con Android, è quindi possibile installare anche Google Play.

Il software Amazon è ottimo per qualità, immediatezza, semplicità d’uso, efficacia e gestione. Senza dimenticare che Amazon è anche all’avanguardia nelle soluzioni cloud e, infatti, se si acquista un MP3, un film o un libro, questo viene memorizzato nei server dell’azienda pronto per essere visualizzato su pc, notebook o altro tablet sfruttando l’applicazione dedicata.

Il Kindle Fire HD è l’unico tra i dispositivi della seria Kindle a mantenere il supporto per gli audiolibri. Amazon ha tolto le funzioni audio anche agli ebook reader Kindle, lasciando al tablet tutta la parte audio della lettura. Peccato che leggere su uno schermo LCD, per quanto di ottima qualità come quello del Kindle Fire HD, non sia paragonabile al leggere su E-Ink. Nonostante le tantissime comodità offerte dall’hardware e dal software Kindle, acquistare un ebook reader rimane ancora la scelta più consigliata da fare se si intende leggere.

L’utilizzo del Kindle Fire HD può essere una buona soluzione per letture veloci, o per l’abbonamento a riviste a colori. Oltretutto Amazon Italia sta preparando diverse novità proprio per quel che riguarda i contenuti da leggere su Kindle Fire HD come, ad esempio, libri interattivi per i più piccoli.

Batteria e autonomia.

La batteria in dotazione al Kindle Fire HD ha una capacità di 4400 mAh. Amazon dichiara un’autonomia pari a 11 ore di riproduzione video, ma pare che i risultati non siano quelli dichiarati. Piuttosto ci si aggira intorno alle 8 ore con luminosità al massimo e WiFi attivo, risultato che non è affatto deludente in rapporto agli altri tablet Android. Se utilizzato, invece, con luminosità impostata in modo automatico, un po’ di navigazione Web, controllo della posta elettronica e svago su YouTube, si possono raggiungere anche i 2/3 giorni di autonomia.

Una delle poche pecche del Kindle Fire HD è che viene venduto non fornito di un alimentatore di corrente, quindi la ricarica va fatta al pc tramite cavo USB, risultando un po’ più lenta del normale. Se si pensa di utilizzare il tablet principalmente fuori casa è, quindi, vivamente consigliato l’acquisto di un adattatore da muro, che comunque potete usare anche con altri dispositivi visto lo standard USB universale.

Considerazioni finali.

Parlando del Kindle Fire HD sembra si passi a parlare da una caratteristica esclusiva all’altra. E, infatti, non è certamente un tablet come gli altri. E’ differente in ogni singolo menù, ha il miglior schermo visto sui tablet da 7 pollici e anche il miglior impianto audio, un’ottima qualità costruttiva ed un insieme di programmi, applicazioni e servizi che non hanno nulla da invidiare ad Apple. Sconsigliato, forse, agli smanettoni,  perfetto, invece, per i meno esperti o per chi desidera fruire in modo semplice e intuitivo di tutti i possibili contenuti multimediali. In sintesi, vale assolutamente tutti i 199 euro richiesti.